richiedi informazioni

Invio del modulo in corso...

Il server ha riscontrato un errore.

Modulo ricevuto.

trattamento psicologico del dolore cronico

“Tanto di dolore non si muore!” ... “Sono solo dolori passeggeri!”  ... “Bisogna sopportare!”

Non credere a queste affermazioni! Il dolore è un “campanello di allarme”, che ci avverte che qualcosa non va nel nostro corpo. Talvolta, poi, diventa “malattia”. Per molto tempo, ignoranza, pregiudizi e rassegnazione hanno impedito che il dolore si affrontasse in maniera adeguata.

Il dolore cronico è duraturo e persistente si accompagna ad una importante componente EMOZIONALE/PSICORELAZIONALE e limita la vita sociale della persona. È rappresentato sopratutto dal dolore che accompagna la malattia ad andamento cronico (REUMATICHE, OSSEE, METABOLICHE).

È un dolore difficile da curare, ifatti richiede un approccio globale e frequentemente interventi terapeutici multidisciplinari gestiti con elevato livello di competenza e specializzazione. Il DOLORE CRONICO si associa ad ansia e paura e spesso la sua presenza condiziona in maniera importante la qualità di vita nella persona.

Presso il CENTRO MEDICO DI.VA'S sono a disposizione della persona con DOLORE CRONICO numerose possibilità d'intervento e modelli organizzativi efficaci e sopratutto personalizzati.

Spesso il dolore cronico si accompagna a:

 

- riduzione della propria autonomia e della normale attività lavorativa;

- forte compromissione della vita sociale e relazionale;

- disturbi del sonno, irritabilità e affaticamento;

- ansietà e depressione;

- alterazioni cognitive e della memoria;

- riduzione degli interessi sessuali;

- rischio di abuso di sostanze e medicamenti.

 

Le forme più comuni di dolore cronico non oncologico sono:

 

- mal di schiena, nelle sue numerose varianti (a livello toracico, cervicale, lombosacrale, etc.);

- dolori muscolo-scheletrici (come artrosi, artriti, fibromialgia, etc.);

- dolore provocato da infezioni (come Herpes Zoster o fuoco di S. Antonio);

- mal di testa (come cefalee a grappolo, emicranie, etc.);

- dolori orofacciali che colpiscono il viso e il collo (come nevralgia al trigemino);

- dolore provocato da patologie croniche (come diabete, osteoporosi, artrite reumatoide, sclerosi multipla, etc.).